Ti trovi in Home  » Politici  » Nazareno SPERANDIO  » Riflessioni politiche in vista delle prossime elezioni

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Nazareno SPERANDIO

Alla data della dichiarazione: Consigliere  Consiglio Comunale Ardea (RM) (Gruppo: FI) 


 

Riflessioni politiche in vista delle prossime elezioni

  • (16 febbraio 2008) - fonte: Nazareno Sperandio - inserita il 08 maggio 2008 da 141
    Considero sia un elemento importante, perché l’elettore possa elaborare un giudizio riguardo un politico, il confronto di quest’ultimo con la gente, ovvero, sia con il "Popolo" al quale noi ultimamente abbiamo deciso di appartenere (Popolo delle Libertà), sia con tutti quei Popoli che si riconoscono in altri schieramenti. Con l’attuale legge elettorale, al cittadino è infatti precluso il diritto di esprimere la propria preferenza verso colui che possa meglio rappresentarlo in Parlamento. L'elettore si deve "fidare" dei pochi politici (sempre gli stessi) che continuamente occupano spazi nelle varie emittenti televisive, e soprattutto non può manifestare in nessuna maniera la propria opinione, costretto ad accettare i "listoni" che vengono preparati dall’elite politica. Naturalmente, come per tutte le più nobili democrazie che nascono su nobili compromessi, c’è da dire che tutte le fazioni politiche hanno pensato bene di ritornare al voto con questa legge. Almeno speriamo che la prossima sia l'ultima elezione con questo sistema. Il sostegno, comunque, va dato. Non fidatevi di chi esprime pareri di non-voto o vi suggerisce di annullare le schede elettorali. Sappiate bene che le proteste più efficaci sono state fatte nelle piazze, con le rivoluzioni e soprattutto a dispetto degli interessi personalistici. Noi, "Popolo" dei moderati e della civiltà, dobbiamo credere in altri valori, più alti, più solidi e dobbiamo soprattutto essere moralmente coscienziosi, per costruire insieme ciò che in questo Paese manca. Incuranti del fatto che ci potrebbe voler poco o molto tempo, ma consapevoli che questa debba essere la nostra unica "battaglia". Usando i poteri che la Costituzione ci concede e partecipando attivamente alla cosa pubblica. Cercando di capire più cose che riguardano la politica stessa e confrontandoci con tutte le parti. Provando a comprendere le ragioni dell’avversario, anche se opposte alle nostre, senza osteggiare alcuna idea politica ma tentando di trovare il tanto sospirato nobile compromesso. Perché la nostra gente siete tutti voi, e perché questa è l'unica Casa, l'unica Terra e l'unico Popolo che tutti noi abbiamo e dobbiamo sostenere. Il relativismo deve finire. Il fatto che tutto diventi di parte, o che l’uno demonizzi l'altro per vantaggi che non esistono e che non devono esistere, deve cessare. L'unico consiglio che vi posso dare, quindi, è quello di andare a votare. Al di là delle idee personali. Esprimendo la vostra scelta coscientemente e nel rispetto dei vostri valori morali.
    Fonte: Nazareno Sperandio | vai alla pagina
    Argomenti: elezioni politiche 2008 | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato