Ti trovi in Home  » Politici  » Fausto BERTINOTTI  » ''Lascio la direzione. L'ampia sconfitta è colpa nostra ma anche del Pd''.

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Fausto BERTINOTTI

Alla data della dichiarazione: Deputato (Gruppo: Rifondazione comunista - Sinistra europea)  - Pres. Camera   (Lista di elezione: PRC) 


 

''Lascio la direzione. L'ampia sconfitta è colpa nostra ma anche del Pd''.

  • (14 aprile 2008) - fonte: Adnkronos/Ign - inserita il 14 aprile 2008 da Carraro Gasparin

    Il leader della Sinistra Arcobaleno reagisce così al dato elettorale: ''Bisognerà aprire una discussione molto approfondita.
    Le cause vanno indagate in noi stessi ma anche il Partito democratico sarà chiamato a riflettere''. E annuncia: ''Io lascio la guida della sinistra, continuerò da militante''.
    Quindi afferma: ''Serve un profondo rinnovamento''.

    Roma, 14 apr. - "Un atto di onestà intellettuale impone di riconoscere questa sconfitta come netta, dalle proporzioni impreviste che la rendono anche più ampia".
    Fausto Bertinotti non usa mezzi termini per giudicare la performance negativa della coalizione Arcobaleno alle elezioni.
    "Ora bisognerà aprire una discussione molto approfondita, allargata, in quelle parti che hanno l'ambizione di costruire una sinistra italiana in campo aperto", ha aggiunto Bertinotti.
    Il presidente uscente della Camera non ha dubbi sulle responsabilità: "Le cause vanno indagate in noi stessi, nell'errore di previsione siamo stati tutti coinvolti, questa è una delle cause da indagare".
    Però, Bertinotti ha aggiunto: "C'è anche una riflessione in termini più ampi, ci sono delle concause, anche il Pd sarà chiamato a una riflessione visto che la sua scelta di andare da solo e poi di puntare sul voto utile ha concorso allo svuotamento della sinistra senza vincere, anzi, portando alla sconfitta".
    "C'è stato uno svuotamento della sinistra senza provocare una crisi della destra".
    Quindi, "c'è un punto di autocritica della sinistra e una discussione in tutto il campo del centro e della sinistra che devono essere aperte".
    Quindi annuncia: "La mia vicenda di direzione politica termina qui, purtroppo con una sconfitta.
    Non cambio la mia decisione di continuare perché la mia vita è impegnata nella politica".
    Insomma, "proseguirò da militante, nei ruoli che mi saranno dati".
    Tuttavia, afferma il leader: "Ciò che va salvato in questa sconfitta è l'idea del viaggio.
    Può essere cambiato tutto, le vele o il timone, ma penso che per un fortissimo rinnovamento della sinistra ciò che deve essere salvato è proprio l'idea di rinnovamento".
    Nel suo ultimo atto formale da leader della Sinistra Arcobaleno, Fausto Bertinotti spiega dunque che il progetto dell'Arcobaleno non deve essere abbandonato nonostante il risultato negativo delle elezioni.
    "Domani si deve aprire una fase costituente della nuova sinistra italiana", ha sollecitato Bertinotti commentando i dati elettorali.

    Fonte: Adnkronos/Ign | vai alla pagina
    Argomenti: sinistra arcobaleno, elezioni politiche 2008, Bertinotti | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
      2   voti | È rilevante questa dichiarazione? Votala! | Nessun commento | Commenta
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato