Ti trovi in Home  » Politici  » Diego BOTTACIN  » «Una proposta per ridurre le morti su strada in Veneto»

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Diego BOTTACIN

Alla data della dichiarazione: Consigliere Regione Veneto (Gruppo: L' Ulivo) 


 

«Una proposta per ridurre le morti su strada in Veneto»

  • (24 novembre 2008) - fonte: Redazione Sito Pd Veneto - inserita il 25 novembre 2008 da Carraro Gasparin

    «Nonostante dal 2000 al 2007 gli incidenti mortali nel nostro Paese siano diminuiti del 27,3% - spiega Bottacin - siamo ancora ben lontani dall'obiettivo fissato dall'Unione Europea di ridurre del 50% la mortalità entro il 2010. C'è quindi ancora molto da fare visto che tra Francia (-42,8%), Germania (-34%) e Spagna (-33,8%), ben più vicine all'obiettivo finale, l'Italia si trova all'ultimo posto».

    «In particolare la provincia di Treviso si piazza al sesto posto in Italia per il numero di incidenti mortali. L'analisi delle circostanze accertate di incidente rileva che tra le tre prime cause c'è l'eccesso di velocità mentre la fascia d'età più interessata va dai 21 ai 45 anni».

    «La riduzione dei morti su strada non è un sogno impossibile o un obiettivo troppo ambizioso – prosegue il consigliere regionale - è dimostrato che in casi come questo l'unica soluzione veramente efficace è quella di introdurre più controlli e sanzioni».

    «C'è da dire che rispetto al 2006 in Italia sembra che ci sia stata un'inversione di tendenza dovuta probabilmente alla revisione del codice della strada che ha inasprito le pene. Piaccia o non piaccia l'effetto di una multa o del ritiro della patente è sempre più efficace dell'immagine di una macchina accartocciata».

    «Può la nostra Regione porsi come obiettivo un record di civiltà raggiungendo quel -50% a cui il resto del Paese pare destinato a non arrivare entro il 2010? Credo valga la pena di tentare – conclude Diego Bottacin - approvando e finanziando la mia proposta di forte incentivo all'uso nei Comuni di autovelox, telelaser e altri strumenti automatici di rilevazione delle infrazioni; dando forte impulso ai controlli notturni con l'etilometro e incentivando e promuovendo i controlli sul rispetto del divieto di vendita di alcolici dopo l'una di notte».

    Fonte: Redazione Sito Pd Veneto | vai alla pagina

    Argomenti: sicurezza stradale, veneto, unione europea, consigliere regionale, alcool al volante | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
      0   nessun voto | È rilevante questa dichiarazione? Votala! | Nessun commento | Commenta
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato