Ti trovi in Home  » Politici  » Mercedes BRESSO  » Le regole del fondo per lavoratori senza stipendio

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Mercedes BRESSO

Alla data della dichiarazione: Pres. Giunta Regione Piemonte (Partito: PD)  - Consigliere Regione Piemonte (Gruppo: DS) 


 

Le regole del fondo per lavoratori senza stipendio

  • (30 dicembre 2009) - fonte: regione.piemonte.it - inserita il 05 gennaio 2010 da Marco ME

    Le regole del fondo per lavoratori senza stipendio.

    La Giunta regionale, su proposta del vicepresidente Paolo Peveraro e degli assessori all’Industria, Andrea Bairati, e al Lavoro, Teresa Angela Migliasso, ha approvato il 30 dicembre il regolamento del fondo speciale di garanzia a sostegno dei lavoratori dipendenti in condizioni di disagio economico.

    Il testo, previsto dalla l.r. n.34 del 24 dicembre scorso, individua criteri e modalità sulla base dei quali i soggetti beneficiari potranno accedere al prestito bancario a fronte della garanzia regionale.

    Al termine della seduta di Giunta, gli assessori hanno incontrato i lavoratori dell’Agile (ex Eutelia) per illustrare le principali caratteristiche del provvedimento. Il fondo, gestito da Finpiemonte, ha l’obiettivo di favorire la concessione dalle banche di anticipi delle spettanze maturate e non ancora percepite. Potranno accedere al prestito (per un ammontare massimo di 2.500 euro, senza oneri a carico) i dipendenti a tempo indeterminato in condizioni di disagio economico perché non incassano lo stipendio da almeno tre mesi e non possono accedere agli ammortizzatori sociali. Al fondo viene destinata una prima dotazione di 3 milioni di euro, impegnati dalla direzione Attività produttive.

    Per i tre assessori si tratta di “un ulteriore tassello da inserire nel pacchetto anti crisi predisposto negli ultimi mesi dalla Regione. Attualmente la situazione generale sembra improntata a un arrestarsi della caduta della domanda sui mercati, tuttavia i segnali di ripresa sono ancora modesti. Sono infatti migliaia le persone che lavorano da mesi senza ricevere le dovute spettanze, e quotidianamente si apprendono dai giornali nuovi casi simili. Ora potremo dare a queste categorie un sostegno immediato e tangibile per far fronte agli impegni della quotidianità. Come promesso, abbiamo approvato in tempi rapidi il regolamento, ora dobbiamo procedere altrettanto velocemente all’erogazione del legittimo compenso per le prestazioni rese. Questo provvedimento dà una risposta seria a un problema grave che non riguarda solo i lavoratori dell’Agile-ex Eutelia. ma tutti i dipendenti di quelle imprese in ritardo nel pagamento degli stipendi”.

    Fonte: regione.piemonte.it | vai alla pagina

    Argomenti: disoccupazione, stipendi, eutelia | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
      0   nessun voto | È rilevante questa dichiarazione? Votala! | Nessun commento | Commenta
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato