Ti trovi in Home  » Politici  » Stefano LEPRI  » Stefano Lepri: sostegno alle famiglie

Dichiarazione di Stefano LEPRI

Alla data della dichiarazione: Consigliere Regione Piemonte (Lista di elezione: DL) 


 

Stefano Lepri: sostegno alle famiglie

  • (12 marzo 2010) - fonte: http://www.stefanolepri.it/ - inserita il 17 marzo 2010 da 12104
    Ancora sui temi di una politica di sostegno alle famiglie (vedi news del 10 e dell’11): un mosaico che si compone di supporti alla genitorialità, alla natalità e alla solidarietà intergenerazionale, come visto ieri, ma anche di: Azioni d formazione e mediazione a supporto di un’affettività stabile. Sono fondate sulla constatazione che un’affettività stabile porta con sé effetti socialmente desiderabili. Tuttavia, mentre in altri ambiti – come l’impresa o il lavoro – vi è un’azione da parte delle istituzioni a salvaguardare una loro duratura persistenza, ciò non accade per l’affettività. La proposta è quindi quella di prevedere interventi specifici che favoriscano un’affettività stabile, quali: azioni formative a sostegno delle coppie; corsi di formazione al matrimonio; azioni di supporto rispetto alla problematicità della vita di coppia e di mediazione dei conflitti familiari; azioni di supporto e mediazione in casi di separazione. Sviluppare e diffondere i Centri per le famiglie. I Centri per le famiglie previsti dalla legge 1/2004 sono un valido sostegno alla genitorialità ed alla vita di coppia, in particolare attraverso le attività sopra richiamate. I Centri per le famiglie offrono interventi di supporto formativo e consulenziale e esperienze di reciprocità su aspetti quali la genitorialità e la gestione delle problematicità nel rapporto tra genitori nell’educazione e nella cura dei figli. Politiche per premiare le scelte affettive stabili. E’ possibile individuare ambiti in cui la scelta di contrarre matrimonio trovi incentivi da parte delle istituzioni, ad esempio riconoscendo alcuni punti nelle graduatorie per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. In generale, va considerata l’importanza pubblica della scelta di contrarre matrimonio, sia in quanto favorisce reciprocità stabile nella coppia e tra le generazioni, sia in quanto determina minori costi e più benessere relazionale per la collettività.
    Fonte: http://www.stefanolepri.it/ | vai alla pagina
    Argomenti: sostegno famiglie | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato