Ti trovi in Home  » Politici  » Renato BRUNETTA  » Manovra: Brunetta, non metteremo mani in tasche italiani

Dichiarazione di Renato BRUNETTA

Alla data della dichiarazione: Deputato (Gruppo: FI)  -  Ministro  PA e innovazione (Partito: PdL) 


 

Manovra: Brunetta, non metteremo mani in tasche italiani

  • (16 maggio 2010) - fonte: l'Unità.it - inserita il 16 maggio 2010 da 2528
    'Non metteremo le mani nelle tasche degli italiani': lo afferma il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta. La manovra, dice, 'sara' fatta non solo per correggere gli sprechi, ma anche per accompagnare il Paese allo sviluppo. Bisogna essere tra i primi a cogliere la ripresa'. Serve quindi mettere in sicurezza i conti pubblici. La manovra da 25 miliardi allo studio del governo, annuncia il ministro, comportera', lotta all'evasione fiscale e tagli agli sprechi.
    Lo slittamento di qualche mese delle 'finestre' pensionistiche e' un'altra delle misure in esame. 'Non mi sembra una cosa insopportabile - commenta - di fronte a tutto quello che succede in Europa e nel mondo'.

    Ancora in tema di razionalizzazione delle spese si interverra' sulle auto blu -ne esisterebbero 629mila-, ma anche sulle centinaia di migliaia di immobili in affitto della pubblica amministrazione. 'Entro un mese - annuncia Brunetta - vi diro' quante sono le auto blu, chi le usa, quanto si spende. Poi si decidera' chi dovra' averle e chi no. Magari un'auto potra' essere usata da 4/6 funzionari'. Poi tocchera' agli 'edifici blu': si studieranno accorpamenti 'per spendere meno e avere servizi in comune'. E non saranno risparmiati 'gli alti papaveri, alti burocrati, come li ha chiamati Calderoli: anche su questo - promette il ministro - ci saranno trasparenza e opportune razionalizzazioni'.

    Fonte: l'Unità.it | vai alla pagina
    Argomenti: pubblica amministrazione, affitti, sprechi, Manovra finanziaria, auto blu, immobili | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato