Ti trovi in Home  » Politici  » Severino DAMIOLINI  » TSN: Quale Futuro?

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Severino DAMIOLINI

Alla data della dichiarazione: Consigliere  Consiglio Comunale Sellero (BS) (Gruppo: Lega)  - Consigliere  Consiglio Comunale Sellero (BS) (Gruppo: Lega) 


 

TSN: Quale Futuro?

  • (23 agosto 2010) - fonte: www.damiolini.it - inserita il 24 agosto 2010 da 6113

    Tutto o quasi si ferma per la pausa estiva, tutto tranne la vita politico-amministrativa del nostro piccolo comune che ha visto andare in scena l'ennesima puntata dell'oramai triste epopea di TSN S.p.a.

    Abbiamo più volte, ampiamente, argomentato in merito all'approvazione del bilancio d'esercizio per il 2009 che, dopo il milione e mezzo di perdita (più precisamente 1.546.377 euro) del 2008, ha chiuso con lo stesso forte deficit (1.468.600 euro) portando a 4.300.000 euro le perdite complessive degli ultimi 6 anni, situazione che ha costretto gli amministratori, come previsto dal codice civile, a ridurre il capitale sociale di TSN dagli iniziali 4.500.000 euro a 798.000 euro, svalutando la già misera partecipazioni azionaria del Comune di Sellero (5,3% circa) da 238 mila euro a poco più di 40 mila euro, "bruciando" quindi i 200 mila euro che l'amministrazione comunale aveva investito nell'ultimo aumento di capitale, per sottoscrivere il quale il Comune ha acceso un mutuo di pari importo di cui in ogni caso continueremo ancora per molto a rimborsare il capitale e pagare gli interessi.

    Abbiamo poi sottolineato che da un'analisi del bilancio emerge chiaramente come le prospettive future per la Società non siano certo confortanti se è vero che risultano evidenti i significativi incrementi del costo della manutenzione e dei costi relativi all'acquisto delle materie prime (+15%), aumento non correlato all'incremento dei ricavi da produzione (+ 7% circa) sintomo di indiscutibili problemi strutturali dell'impianto che fanno supporre che il trend per il 2010 si preannunci fortemente negativo. Purtroppo le nostre preoccupazioni non hanno tardato a concretizzarsi assumendo contorni ancora più critici. Il 21 luglio scorso infatti si è svolta una nuova assemblea straordinaria di TSN, nel corso della quale i soci hanno preso atto che la situazione patrimoniale della Società al 30 giugno 2010 presentava una perdita complessiva di circa 1.300.000 euro e hanno quindi deliberato di sanare le perdite provvedendo ad azzerare e ricostituire il capitale sociale ripartendo da un valore nominale di 450 mila euro.

    Pertanto la partecipazione del nostro Comune, che fino a poco tempo fa equivaleva a circa 240 mila euro è andata totalmente in fumo (è proprio il caso di dirlo) ed in questo momento equivale a ZERO. Ora abbiamo tempo fino al 31 ottobre per decidere se far valere il nostro diritto di opzione e sottoscrivere nuovamente la nostra quota di capitale sociale ed eventuali quote inoptate da parte degli altri soci (il temine per la sottoscrizione è fissato al 30/11/2010), diritto subordinato al rimborso al Socio Artemide, che ha provveduto alla copertura di parte delle perdite, delle somme versate a tale titolo (circa 500 mila euro). Decisione che comporterebbe ovviamente un ulteriore esborso di quattrini da parte del nostro Comune e che, come previsto dal TUEL, spetta esclusivamente al Consiglio dell'Ente.

    Il Comune di Sellero ha già impegnato in TSN centinaia di migliaia di euro, ed ora che farà?
    E' intenzione della Giunta proporre una rincorsa alla ricapitalizzazione della Società? Se sì, con quali risorse? - non ci sembra di averne viste a bilancio - E soprattutto, a quale scopo?
    Quello di continuare ad investire denaro pubblico in una società privata che fisiologicamente perde milioni di euro potrebbe - probabilmente a ragione visti gli ultimi accadimenti - essere ritenuta dai cittadini un'operazione poco oculata; ma si sa, al peggio non c'è mai fine e forse chi ha avallato in questi anni quelle scelte che poi si sono dimostrate ampiamente sbagliate, vuol persistere nell'errore. A meno che chi amministra la società sappia trovare le soluzioni migliori per risanare tutto e riesca a convincere con argomentazioni concrete, noi e soprattutto i cittadini che rappresentiamo e per conto dei quali siamo chiamati ad amministrare, che non si tratta, ancora una volta, di soldi pubblici buttati.

    Al fine di assicurare a tutti, consiglieri e cittadini, un'adeguata informazione sull'argomento, suggeriamo al Sindaco di convocare al più presto un consiglio comunale Straordinario (da svolgersi anche nell'arco più sedute) che abbia come unico punto all'ordine del giorno la "Ricognizione della Società TSN S.p.A. partecipata dal Comune di Sellero"
    In particolare soffermando la discussione su

    - Analisi della gestione di TSN S.p.A. (dalla sua nascita nel 1999 ad oggi) sotto gli aspetti economico-patrimoniali, finanziario e tecnico e mutamenti societari intercorsi negli anni;
    - esame del bilancio di Esercizio 2009
    - Prospettive future
    - Orientamenti ed intendimenti della Società (sotto l'aspetto tecnico ed economico)
    - Orientamenti ed intendimenti del Comune e degli altri enti interessati.
    Per permettere al Consiglio di affrontare l'argomento nel modo più esaustivo possibile, riteniamo opportuno richiedere la partecipazione dell'Amministratore Delegato di TSN S.p.a. e del Presidente del Consiglio di Amministrazione Ezio Laini (che ricordiamo essere espressione del Comune di Sellero e della maggioranza che lo amministra) che da ex-sindaco di Sellero potrebbe, anzi, dovrebbe svolgere da trait d'union tra il pubblico ed il privato.
    Come tutti sapranno negli scorsi mesi abbiamo chiesto ufficialmente al Presidente Laini, di convocare un incontro pubblico per spiegare ai cittadini la situazione. Ovviamente la nostra richiesta è rimasta lettera morta, ma la risposta è dovuta non solo a noi ma a tutti i cittadini che crediamo abbiano il sacrosanto diritto di essere informati su come vengono spesi i loro soldi!
    Il sindaco e la sua maggioranza non possono continuare ad evitare il confronto.
    L'abbiamo detto e lo ribadiamo: Pantalone è stufo di pagare per gli sbagli commessi da altri!

    Fonte: www.damiolini.it | vai alla pagina

    Argomenti: enti locali, partecipate, Sellero, tsn | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato