Ti trovi in Home  » Politici  » Dario FRANCESCHINI  » Berlusconi si dimetta, non trascini l'Italia nella vergogna per mesi

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Dario FRANCESCHINI

Alla data della dichiarazione: Deputato (Gruppo: PD) 


 

Berlusconi si dimetta, non trascini l'Italia nella vergogna per mesi

  • (15 febbraio 2011) - fonte: YouDem - inserita il 15 febbraio 2011 da dianacomari

    "Berlusconi si dimetta e vada davanti ai giudici, se ritiene di essere un perseguitato". Lo chiede il capogruppo del Pd alla Camera, Dario Franceschini, intervenendo in aula alla Camera sul rinvio a giudizio del premier nell'ambito del caso Ruby. La "situazione e' insostenibile", continua Franceschini e Berlusconi ''sta facendo del male al suo Paese''. A questo punto "il premier non trascini il Paese nella vergogna pretendendo di restare in carica, quella carica che indegnamente pretende di ricoprire".

    “E’ da settimane che chiediamo le dimissioni del Presidente del Consiglio. La situazione è chiara a tutti, il Paese è stremato”. afferma Dario Franceschini. “Una maggioranza bloccata da mesi in Parlamento, ridotta a raccattare qualche parlamentare. Gli italiani hanno bisogno di un governo che governi. Adesso basta. Berlusconi faccia come qualsiasi altro politico del mondo e si dimetta. Sta trascinando in quell’aula di tribunale non la persona fisica ma l’istituzione che rappresenta”.

    Ma Berlusconi, aggiunge Franceschini, non si dimettera' perche' "teme il giudizio del Parlamento e dei cittadini. Non ha paura solo del gidizio dei magistrati ma ha pauta anche del giudizio del popolo italiano".

    Video dell'intervento di Dario Franceschini

    Fonte: YouDem | vai alla pagina

    Argomenti: Berlusconi, prostituzione, processi, pd, ruby | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
      0   nessun voto | È rilevante questa dichiarazione? Votala! | Nessun commento | Commenta
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato