Ti trovi in Home  » Politici  » Fabio RAMPELLI  » Il nucleare è morte

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Fabio RAMPELLI

Alla data della dichiarazione: Deputato (Gruppo: FI) 


 

Il nucleare è morte

  • (22 marzo 2011) - fonte: Terra - inserita il 22 marzo 2011 da Carraro Gasparin

    Un’ulteriore conferma della diffidenza degli italiani rispetto al nucleare è confermato dai risultati dell’ultimo sondaggio, che ribadisce la forte contrarietà degli italiani al ritorno del nucleare. Contrarietà che riguarda in maniera cospicua anche gli elettori del centrodestra. Mi auguro che il tempo che ci separa dal referendum del 12 giugno possa vedere il governo e il PdL diventare protagonisti del dibattito sul nucleare mettendosi in sintonia con quanto sta attraversando la società, i mass media, la comunità mondiale.

    Tutto si può fare ma non boicottare il referendum dando libertà di coscienza ai nostri elettori. Semmai c’è da approfondire l’interessante proposta espressa dai socialdemocratici tedeschi e austriaci per un referendum europeo che sottragga la decisione alla lobby dell’atomo per consegnarla ai cittadini.

    Nessuna corporazione e nessun interesse può prevalere sulla salute delle persone e sulla salvaguardia dell’ecosistema. L’incidente di Fukushima ha dimostrato che quanto è contenuto in una centrale nucleare tradizionale produce morte e i tentativi di protezione dei reattori tesi a impedire i disastri sono costosissimi e mai del tutto sicuri, così come irrisolto è tuttora l’annoso dilemma dello smaltimento delle scorie radioattive. La sensazione è che il nucleare da fissione sia ormai vecchia tecnologia di cui liberarsi il più velocemente possibile.

    Fonte: Terra | vai alla pagina

    Argomenti: nucleare, referendum, sicurezza dei cittadini, sondaggi, scorie, lobby | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
      0   nessun voto | È rilevante questa dichiarazione? Votala! | Nessun commento | Commenta
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato