Ti trovi in Home  » Politici  » Francesco RUTELLI  » Rutelli: no sull'acqua, il Pd rinnega se stesso

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Francesco RUTELLI

Alla data della dichiarazione: Senatore (Gruppo: Per il Terzo Polo)  - Consigliere  Consiglio Comunale Roma (RM) (Lista di elezione: API) 


 

Rutelli: no sull'acqua, il Pd rinnega se stesso

  • (06 giugno 2011) - fonte: www.libero-news.it - inserita il 10 giugno 2011 da georgiastark
    Rutelli: no sull'acqua, il Pd rinnega se stesso Alle prese coi suoi due cani, in un sabato di tutto riposo, Francesco Rutelli fa il punto sui referendum e non solo. Intanto quelli sull’acqua: «Non sono veritieri». Alleanza per l’Italia «lascerà libertà di voto, ma io voterò “no”». Il Partito democratico? «Si è rimangiato la linea che aveva per inseguire posizioni movimentiste. La legge che si vuol abrogare è al 100% quella che avevamo voluto quando eravamo al governo». E sullo scenario politico, lancia un segnale di distensione non da poco: «Non voglio lo scalpo di Berlusconi, ma che si chiuda al più presto una stagione». Partiamo dai quesiti sull’acqua. Insomma non è vero che si vuole privatizzare? «È falso. Se passano i “sì” diventerà più difficile avere acqua a buon mercato e investimenti in un settore per il quale non possiamo chiedere ai cittadini di pagare costi che il pubblico non può sostenere. Toccherà all’Autorità, da poco istituita, vigilare che non ci siano abusi. Lo slogan per cui l’acqua deve restare pubblica è solo simbolico. L’acqua è pubblica e resterà tale». http://www.libero-news.it/blog.jsp?id=1580
    Fonte: www.libero-news.it | vai alla pagina
    Argomenti: pd, rutelli, /argomento/3242, referendum acqua | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
      2   voti | È rilevante questa dichiarazione? Votala! | 1 commento | Commenta
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (1)

  • Inserito il 10 giugno 2011 da georgiastark
    Non si può NON concordare!Per la fortuna delle sinistre, pare che MOLTI (troppi) italiani siano esseri acritici ed incapaci di discernere le menzogne loro propinate; auguro alle sinistre di poter continuare a turlupinare le future generazioni di stolti, per poter sopravvivere. venerdì 10 giugno 2011, 08:56 Le tre colossali bugie nascoste dietro i quesiti Una bella impresa quindi per la sinistra: organizzare una mobilitazione nazionale per abrogare una liberalizzazione voluta dall’Unione Europea, una legge di Prodi, un provvedimento che non c’è più e una legge che in ogni caso scadrà ad ottobre. Complimenti. http://www.ilgiornale.it/interni/le_tre_colossali_bugie__nascoste_dietro_quesiti/10-06-2011/articolo-id=528352-page=1-comments=1
    Vota il commento: Vota50% | Vota50%

Per scrivere il tuo commento devi essere loggato