Ti trovi in Home  » Politici  » Giuliano Pisapia  » «I cittadini hanno capito che possono decidere» - INTERVISTA

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Giuliano Pisapia

Alla data della dichiarazione: Sindaco  Comune Milano (MI) (Partito: Sel)  - Consigliere  Consiglio Comunale Milano (MI) (Lista di elezione: CEN-SIN(LS.CIVICHE))  - Consigliere  Consiglio Comunale Milano (MI)


 

«I cittadini hanno capito che possono decidere» - INTERVISTA

  • (07 giugno 2011) - fonte: Terra - Anna Pellizzone - inserita il 07 giugno 2011 da Carraro Gasparin

    Spero quorum ed è importante il voto in una città chiamata ad esprimersi anche per altri cinque quesiti, tutti ambientali.

    Sindaco, perché andare a votare il 12 e il 13 giugno?

    E’ importante andare a votare perchè i cittadini hanno la possibilità di intervenire sulle scelte che li riguardano da vicino. Sono fermamente convinto che la partecipazione è il fondamento di qualsiasi democrazia. Ci sono beni comuni, infatti, come l’acqua, sui quali è giusto che decidano i cittadini e facciano pesare la loro opinione. Ci sono poi temi come quello del nucleare che non vanno sottovalutati perchè hanno a che fare con lo sviluppo energetico dei prossimi anni e la sicurezza dell’ambiente.

    Ma nella sua città sarà un weekend elettorale all’insegna dell’ambiente.

    Il tema ambientale è prioritario per tutti i Comuni, in particolare per Milano.
    Oltre al referendum sul nucleare in campo ambientale, i milanesi sono chiamati a votare per i 5 referendum, grazie ai quali avremo la possibilità di trasformare il capoluogo lombardo anche in vista di Expo 2015, in una città in cui la vivibilità e la salute siano davvero una priorità. Ridurre traffico e smog, potenziare i mezzi pubblici e la mobilità sostenibile, estendere la rete di piste ciclabili e le aree verdi, proteggendo quelle già esistenti, è una questione di fondamentale importanza.
    A questo proposito mi impegno a dare concretezza al Patto dei Sindaci in linea con il Protocollo di Kyoto sottoscritto anche dalla nostra città, ma mai rispettato in tema di riduzione delle emissioni, miglioramento e riconversione energetica.

    Si può raggiungere il quorum? Che cosa farà in questi giorni per informare i cittadini sul referendum?

    I milanesi hanno capito l’importanza della partecipazione attiva ma anche tutti i cittadini italiani hanno compreso che con il loro apporto possono sentirsi parte delle decisioni. Auspico quindi che il quorum venga raggiunto. Visto che a Milano sono 9 le schede, tra i 4 referendum nazionali e i 5 quesiti legati al tema dell’ambiente e della mobilità, in questi giorni ci sarà una grande campagna informativa sugli organi di stampa e sul sito istituzionale del Comune perché tutti possano appropriarsi del fondamentale principio “conoscere per deliberare”, espresso dalla cultura liberale di Luigi Einaudi.

    Che peso potrebbe avere a livello politico nazionale la vittoria dei 4 si? Potrebbe segnare la fine di questa maggioranza di governo?

    Sicuramente la vittoria dei 4 si per quanto riguarda i referendum nazionali sarebbe un altro colpo che metterà alla prova la linea e forse anche la tenuta del Governo. Se questo possa anche significare la fine della maggioranza è ancora presto per dirlo.

    Fonte: Terra - Anna Pellizzone | vai alla pagina

    Argomenti: Protocollo di Kyoto, informazione, democrazia, ambiente, voto, referendum, acqua, partecipazione, mobilità, diritto di voto, beni comuni, milano, Expo 2015, sindaci, salute pubblica, Referendum Abrogativo, trasporti pubblci, Referendum e Democrazia Diretta, quorum, sindaco di Milano, emissioni CO2, mobilità sostenibile, conoscere per deliberare, referendum acqua, referendum nucleare | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
      4   voti | È rilevante questa dichiarazione? Votala! | Nessun commento | Commenta
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato