Ti trovi in Home  » Politici  » Giorgia MELONI  » «Si tocchino le pensioni di anzianità» - INTERVISTA

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Giorgia MELONI

Alla data della dichiarazione: Deputato (Gruppo: FI)  -  Ministro  della Gioventù (Partito: PdL) 


 

«Si tocchino le pensioni di anzianità» - INTERVISTA

  • (09 settembre 2011) - fonte: Corriere della Sera - Antonella Baccaro - inserita il 09 settembre 2011 da Carraro Gasparin

    La manovra non ha ancora esaurito il suo travagliato cammino, ma il ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, si porta avanti e per il futuro chiede che venga introdotto in Costituzione il principio in base al quale ogni provvedimento venga preventivamente verificato nel suo impatto sulle generazioni a venire.

    Ministro, di che si tratta?

    «Propongo un meccanismo che, d`ora in avanti, eviti che si prosegua nell`esercizio in cui si sono distinte le ultime generazioni: scaricare il peso di ogni provvedimento su quelle successive».

    E come funzionerebbe?

    «Oggi (ieri per chi legge, ndr) abbiamo licenziato in Consiglio dei ministri il provvedimento sull`introduzione del principio del pareggio di bilancio nella Costituzione. A mio parere bisognerebbe introdurre in Costituzione un altro principio di equità: quello della verifica dell`impatto dei provvedimenti a lungo termine».

    In Costituzione?

    «In Costituzione o tra gli strumenti fondamentali di verifica della manovra».

    Come è stata presa la proposta in Consiglio dei ministri?

    «I colleghi mi sono parsi interessati».

    Ministro dell`Economia compreso?

    «Tremonti mi ha detto di considerare il principio giusto e che bisognerà studiare la formula adeguata perché non si leghino troppo le mani».

    Molto brutalmente: chi dovrebbe pagarne il conto?

    «Il sistema finora ha scaricato i costi sulle nuove generazioni. Ci sono stati genitori che in qualche modo hanno tradito i figli e ipotecato il loro futuro. Eppure ci sono spese improduttive che andrebbero tagliate».

    Quali? Questa manovra dovrebbe aver raschiato il barile, o no?

    «Il nostro Paese ha bisogno di misure che favoriscano le famiglie, la natalità, la casa, gli strumenti per l`impiego. Ci sono diritti e privilegi che non possono considerarsi definitivamente acquisiti: vanno colpiti».

    Un esempio?

    «Si parta dalle "pensioni d`oro" e si dica che, sopra un certo tetto, la pensione si calcola con il sistema contributivo».

    Non sono poi tantissime le «pensioni d`oro»...

    «Si prendano le pensioni d`anzianità, che i giovani con l`innalzamento dell`età pensionabile si possono sognare, direi che si potrebbe anche qui applicare il contributivo».

    Mi scusi, ma se c`è qualcosa che invocano in molti è la riduzione dei privilegi della politica che sono rimasti quasi intonsi. Si veda l`ultimo blitz sulle indennità.

    «È una cosa di cui non abbiamo parlato collegialmente. Lo abbiamo scoperto a cose fatte. Certo che bisogna dare l`esempio: anche i parlamentari rientrano tra le categorie che oggi non stanno nel contributivo. E comunque voglio ricordare che la legge che tagliava il numero dei parlamentari non l`ha voluta l`opposizione».

    Da ministro della Gioventù, come giudica la flessibilità introdotta dall`articolo 8 della manovra?

    «È una norma che va incontro alla maggiore autonomia richiesta dalle parti sociali. E' stata contestata solo dalla Cgil che evidentemente non si fida di se stessa».

    Veramente ci sono anche i dubbi del Quirinale...

    «Tutti quelli che ne sono coinvolti non hanno protestato. Tutti tranne la Cgil che continua a garantire solo i propri iscritti mentre la gente muore di fame...».

    Fonte: Corriere della Sera - Antonella Baccaro | vai alla pagina

    Argomenti: giovani, pensioni, privilegi, parlamentari, Cgil, età pensionabile, flessibilità, tremonti manovra | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
      0   nessun voto | È rilevante questa dichiarazione? Votala! | Nessun commento | Commenta
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato