Ti trovi in Home  » Politici  » Leonardo RAITO  » Le banche aiutino le imprese ad uscire dalla crisi

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Leonardo RAITO

Alla data della dichiarazione: Assessore Provincia Rovigo (Partito: PD) 


 

Le banche aiutino le imprese ad uscire dalla crisi

  • (29 marzo 2012) - fonte: Nota stampa - inserita il 30 marzo 2012 da 812
    Negli ultimi tempi ho avuto il piacere di incontrare molti imprenditori e manager per discutere dei punti di forza e dei problemi dell’economia locale. Scopro, giorno dopo giorno, imprese che investono in tecnologia, innovazione e ricerca, che cercano di stare al passo con i tempi, che inventano nuovi prodotti e servizi, che vogliono investire sui giovani talenti, selezionandoli in modo meritocratico. Esistono aziende che vanno a caccia di nuovi mercati, che reggono il passo della globalizzazione e non tremano di fronte alla concorrenza internazionale, ma hanno bisogno di supporto, di istituzioni che li aiutano a superare problemi e ostacoli, che sono pronte a snellire la burocrazia e a facilitare gli strumenti che favoriscono lo sviluppo e il potenziamento del sistema imprese. Uno dei problemi che maggiormente ritorna nelle discussioni è la problematicità dei rapporti con le banche, istituzioni che non possono trascurare il peso del loro ruolo fondamentale per il supporto e il rilancio dell’economia, che devono vincere resistenze e paure per poter adattare i propri strumenti e i propri prodotti al servizio dell’impresa come macchina creatrice di benessere. L’accesso al credito oggi, lo lamentano anche autorevoli studi e documenti delle associazioni di categoria, è molto complesso e si traduce spesso in una fonte di sofferenza o morte per le aziende. Quando ho lavorato alla direzione di una compagnia internazionale di assicurazioni, ho coordinato un gruppo di lavoro che si occupava di studiare i prodotti assicurativi alla luce di Basilea2. Ne deducemmo che gli Istituti di Credito potevano trarre, anche dalla qualità delle gestione del risk management, degli strumenti utili per favorire l’accesso al credito. La questione vera è che la standardizzazione del servizio bancario, non può essere utile in questo contesto in cui risulta fondamentale uscire dalla crisi. Occorre personalizzare il supporto sul caso specifico. Non tutte le aziende sono uguali, per storia, dinamicità, e prospettive. Allentare laccioli e vincoli fissati per venire incontro alle esigenze delle imprese contribuirà, inevitabilmente, a fornire un servizio insostituibile all’economia del territorio, per cui risulta fondamentale una condivisione dei rischi. Capisco che per le banche, lo era anche per noi assicuratori, sarebbe meraviglioso poter vantare tra i propri clienti solo aziende sicure, con uno storico immacolato, ricche di garanzie. Ma in questo momento sono mosche bianche. Imprese e istituti di credito allora, rafforzate da un senso di responsabilità sociale indispensabile in questi momenti, si aiutino vicendevolmente a trovare quelle formule di cooperazione fondamentali per crescere. Ne deriveranno benessere e prosperità. Leonardo Raito
    Fonte: Nota stampa | vai alla pagina
    Argomenti: imprese, banche | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (1)

  • Inserito il 30 marzo 2012 da 4110
    BELLE PAROLE, EX ASSICURATORE RICICLATO

Per scrivere il tuo commento devi essere loggato