Ti trovi in Home  » Politici  » Michele BOATO  » Fermiamo i Tir delle scorie nucleari

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Michele BOATO


 

Fermiamo i Tir delle scorie nucleari

  • (07 settembre 2012) - fonte: Tera e Aqua - inserita il 07 settembre 2012 da Carraro Gasparin

    Rete Ambiente Veneto, che unisce decine di Associazioni e Comitati veneti attivi nella difesa del territorio:

    - per la raccolta differenziata spinta e il riciclo dei rifiuti,contro inceneritori e discariche;

    - per una mobilità intelligente sia urbana che regionale;

    - per la difesa della salute dall'uso di veleni in agricoltura e da inquinamenti industriali;

    - per salvare il nostro paesaggio storico e naturale dal dilagare di cemento e asfalto;

    - per risparmiare energia e produrla da fonti rinnovabili;

    prende atto delle dichiarazioni delle Giunte regionali del Veneto e del Friuli V.G. contrarie al passaggio nei nostri territori di un convoglio di Tir che, all'inizio di novembre, dovrebbe trasportare quintali di scorie nucleari della ex Centrale di Trino Vercellese, dal deposito piemontese di Saluggia fino al porto di Trieste, per imbarcarle, assieme ad altre scorie provenienti dall'Austria e imbarcate a Capodistria (Slovenia), su una nave che le porterebbe negli Usa;

    ritiene che lo scopo del rientro di tali scorie non sia di tipo civile, ma militare, deplora l'assenso dato a tale trasporto dal presidente del consiglio Monti ad Obama nel marzo scorso, alla totale insaputa delle Regioni da attraversare;

    ritiene irrispettosa e provocatoria la tardiva richiesta di parere fatta dal governo alle Regioni, parere comunque assolutamente ridicolo, perchè non vincolante;

    ricorda l'altissimo afflusso della popolazione veneta ai referendum sul nucleare tenuti nel 2011 ed il plebiscitario No, superiore al 90% dei votanti, preavvisa tutte le autorità competenti che, da parte di migliaia di aderenti ai Comitati e associazioni del Veneto, non sarà permesso, l'attraversamento del nostro territorio.

    I convogli sono due: uno parte da Vienna, l'altro, che attraverserà il Veneto lungo l'autostrada A4, viene da Saluggia in provincia di Vercelli, dove si trova un deposito di scorie radioattive. Il convoglio austriaco attraverserà la Slovenia per finire su una nave che da Capodistria raggiungerà Trieste per caricare quello proveniente dal Piemonte e, successivamente, fare rotta per gli Stati Uniti. Il combustibile austriaco pesa circa 275 chili.

    Da Tera e Aqua pag. 4, bimestrale dell’Ecoistituto del Veneto Alex Langer, aderente alla Rete Ambiente Veneto.

    Fonte: Tera e Aqua | vai alla pagina

    Argomenti: nord est, ambiente, nucleare, territorio, veneto, scorie | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
      0   nessun voto | È rilevante questa dichiarazione? Votala! | Nessun commento | Commenta
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato