Ti trovi in Home  » Politici  » Giocondo TALAMONTI  » ATTO D’INDIRIZZO: affidamento dei lavori attraverso gara per tutti gli affidi compresi i “sotto soglia”

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Giocondo TALAMONTI

Alla data della dichiarazione: Consigliere  Consiglio Comunale Terni (TR) (Gruppo: Misto) 


 

ATTO D’INDIRIZZO: affidamento dei lavori attraverso gara per tutti gli affidi compresi i “sotto soglia”

  • (15 aprile 2013) - fonte: il blog personale di Giocondo Talamonti - inserita il 23 aprile 2013 da 3605

    Al Sindaco del Comune di Terni Al Presidente del Consiglio


    Visto il perpetrarsi delle difficoltà esistenti tra cittadini e politica in merito alla gestione dell’amministrazione pubblica e lo scollamento che si sta producendo tra mondo reale e istituzioni;
    visto che gli esiti delle ultime elezioni politiche invitano al rinnovamento, alla trasparenza, all’etica, alla moralità, alla buona amministrazione, all’economicità e all’efficacia delle risorse pubbliche;
    preso atto che il principio generale delle istituzioni nell’affidamento di lavori, servizi e forniture è quello di individuare la migliore offerta qualitativa ed economica, attraverso procedure tali da garantire la massima partecipazione dei soggetti concorrenti (aziende e cooperative);
    considerato che la normativa prevede affidi diretti alle aziende e alle cooperative  per  forniture di entità cosiddette “sotto soglia”  ;
    ritenuto che per evitare sospetti  nell’affidamento di lavori, servizi o forniture con  artificiosi frazionamenti (elusione della gara d’appalto) e con eventuali rinnovi che fanno superare la soglia, occorre  ricorrere alla  procedura della gara in ogni caso quando l'appalto supera le 5mila euro;

    si impegna il Sindaco e la Giunta a:
    • assegnare ogni lavoro, ivi compreso quello soggetto ad affidamento diretto, attraverso gara ogni qual volta l'appalto sia uguale o superiore ai 5mila euro, fra tutti i soggetti di pertinenza: aziende e cooperative inserite nell’elenco comunale (par condicio);
    • adottare: 1) massima trasparenza al momento della scelta  (apertura, comunicazione e responsabilità); 2) certezza democratica nella gestione della “cosa” pubblica onde non dar luogo a dubbi e sospetti da parte delle imprese e dei cittadini; strategie che consentono di sentirsi tutti  alla pari nell’utilizzazione delle risorse che il Comune mette a disposizione per i lavori della città;
    • garantire continuità ai progetti d’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate ( da non confondere con la continuità dell’affidamento alle Cooperative Sociali). Tale necessità va coniugata con il rispetto della normativa e soprattutto con modalità di affidamento trasparenti e non discrezionali.

    Terni, 15 aprile 2013

    Boccolini Giuseppe (PSI) Talamonti Giocondo ("E. Berlinguer")




    Fonte: il blog personale di Giocondo Talamonti | vai alla pagina
    Argomenti: Comune di Terni, bandi, gare, sotto soglia, affidi | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato