Ti trovi in Home  » Politici  » Paolo Cova  » Ius soli, c’è chi non vuole riconoscere i diritti

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Paolo Cova

Alla data della dichiarazione: Deputato (Gruppo: PD) 


 

Ius soli, c’è chi non vuole riconoscere i diritti

  • (20 giugno 2017) - fonte: politici.openpolis.it - inserita il 20 giugno 2017 da 32018
    Sulla questione dello ius soli si sta profilando un’altra battaglia, politica e di civiltà. A Roma, nell’Aula del Senato, avete visto tutti quello che è successo: la Ministra dell’Istruzione addirittura spintonata. La Lega fuori di sé. Il M5s ondivago. Ma anche a Milano la questione rischia di prendere una brutta piega: al quartiere Ortica, proprio accanto all’omonima cooperativa e al nostro Circolo Pd, è apparso uno striscione, firmato da una nota forza politica di destra, che sostiene l’assurda teoria dell’impossibilità di diventare cittadini italiani se non per sangue. E dispiace ancora di più pensare che proprio in una città come Milano ci sia qualcuno che ancora non vuole riconoscere diritti e doveri. Invece, noi affermiamo convintamente che chi nasce in Italia ha diritto e dovere a essere italiano. Perciò, episodi come questi sono assolutamente deprecabili, sia per quanto riguarda le istituzioni, perché non vorremmo vedere mai più niente del genere nelle Aule parlamentari, sia per quanto riguarda i partiti, alcuni dei quali si stanno comportando in modo ingiustificabile e razzista.
    Fonte: politici.openpolis.it | vai alla pagina
    Argomenti: ius soli | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato