Ti trovi in Home  » Politici  » Massimo MAZZON  » Non piace il porta a porta all’opposizione di Meolo

Dichiarazione di Massimo MAZZON

Alla data della dichiarazione: Consigliere  Consiglio Comunale Meolo (VE) (Lista di elezione: LISTA CIVICA | MICHELE BASSO SINDACO) 


 

Non piace il porta a porta all’opposizione di Meolo

  • (31 gennaio 2018) - fonte: La Nuova di Venezia e Mestre - inserita il 03 febbraio 2018 da Mirco BRONDOLIN
    MEOLO. «Arriva il porta a porta, l’amministrazione nasconde i disagi». Il centrodestra fa sentire la sua voce, dopo l’annuncio della giunta Aliprandi sull’avvio del porta a porta. «Il sistema introdurrà delle novità, ma ci sono anche delle incognite che la giunta mantiene nascoste», spiega Massimo Mazzon (Scelgo Meolo), «il porta a porta partirà da maggio, ma nessun percorso partecipativo è stato realizzato per sentire le opinioni dei cittadini, la scelta è stata imposta». Scelgo Meolo ricorda che nel 2010, prima di prendere ogni decisione, la giunta Basso aveva avviato un sondaggio per conoscere le opinioni dei meolesi. La lista esprime anche dubbi sulle tariffe. Il timore del centrodestra è la possibilità di un aumento delle tariffe dopo 2 o 3 anni. Nell’immediato la preoccupazione di Scelgo Meolo è per il sistema «che può provocare disagi per chi abita in appartamenti piccoli, condomini e non dispone di un giardino dove parcheggiare i bidoni». Infine, le bollette: «Perché la giunta non ha iniziato con il porta a porta dall’1 gennaio per evitare una bollettazione mista e complicare la vita ai cittadini?», conclude Mazzon.
    Fonte: La Nuova di Venezia e Mestre | vai alla pagina
    aggiungi argomento
    » Segnala errori / abusi
      0   nessun voto | È rilevante questa dichiarazione? Votala! | Nessun commento | Commenta
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato