Ti trovi in Home  » Politici  » Pietro MONICO  » Segreteria Pd

Dichiarazione di Pietro MONICO

Alla data della dichiarazione: Consigliere  Consiglio Comunale Melfi (PZ) (Gruppo: PD) 


 

Segreteria Pd

  • (15 maggio 2018) - fonte: giornalemio - inserita il 31 luglio 2018 da Silvem
    "In una intervista pubblicata il 13 maggio 2018, Maurizio Martina sintetizza in maniera chiara la stagione che il Pd sta vivendo e, quando dice che “La nostra idea di partito si è rivelata insufficiente anche rispetto alle sfide di un radicamento nei territori”, dice una cosa giusta che dovrebbe portare ad una riflessione conseguenziale : “ ripensare a come si sta nelle periferie, come si organizza una presenza di prossimità” per poter ripartire. Sono e saranno tempi duri per il Partito Democratico, e si avverte l’ assoluto bisogno di fermarsi per parlarsi e confrontarsi, per fare quella giusta autocritica che si impone in questi momenti, specie dopo una sconfitta come quella del 4 marzo. Il ruolo del Pd nella società, non può essere immiserito a dei meri atti pieni di formalismo o cristallizzato in accordi di vertice ma deve, al contrario, recuperare la forza dirompente di un linguaggio semplice, che si lasci comprendere, che sappia essere vicino alle persone, che parli di prospettive e che recuperi quello slancio innovatore di cui la Regione ha bisogno. Consumare un congresso provinciale in sole due settimane, così come il Partito ci chiede in maniera perentoria, non è la strada giusta perché rischia di risolversi in un congresso solo di conta più che in un congresso di idee. Riunire i gruppi dirigenti, sanare le fratture che si sono consumate in questi anni, rilanciare l’azione politica nei territori e nei nostri circoli, richiede un lavoro meticoloso di ascolto e di sintesi, per questo ho più volte richiamato la necessità di avviare un lavoro preparatorio al congresso, proprio condividendo la posizione di Martina, convinto della necessità di una discussione nel merito delle questioni che sappia dare il giusto valore ad un progetto politico. Pertanto, ritenendo il percorso congressuale avviato non praticabile nel metodo e nella tempistica indicataci, credo sia più coerente mettersi a disposizione per ricercare soluzioni utili alla nostra comunità che partecipare ad un congresso provinciale povero di occasioni vere di confronto e di apertura. La mozione congressuale a sostegno della mia candidatura aveva posto l’accento su questioni rilevanti: marginalità sociali, territorio e lavoro, che restano i pilastri imprescindibili da cui ripartire nel dibattito interno e che affido al partito Regionale di Basilicata. Con coerenza e responsabilità, ritiro la mia candidatura ringraziando quanti l’hanno sostenuta rinnovando il mio impegno per il futuro del Partito Democratico di Basilicata”.
    Fonte: giornalemio | vai alla pagina
    Argomenti: Segreteria Pd | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
      0   nessun voto | È rilevante questa dichiarazione? Votala! | Nessun commento | Commenta
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato