Ti trovi in Home  » Politici  » Franco MIRABELLI  » Grave l’assenza del gruppo Lega che non ha preso la parola

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Franco MIRABELLI

Alla data della dichiarazione: Senatore (Gruppo: PD) 


 

Grave l’assenza del gruppo Lega che non ha preso la parola

  • (18 luglio 2018) - fonte: SenatoriPD - inserita il 18 luglio 2018 da dianacomari
    “E’ giusto anche dopo 26 anni ricordare in Parlamento il sacrificio del giudice Borsellino e della sua scorta ed è grave che i senatori della Lega non abbiano partecipato alla seduta e non abbiamo preso la parola, unico gruppo della maggioranza a mancare all’appello. I nomi degli agenti sono stati ricordati dalla presidente Casellati, io voglio ricordare soprattutto Emanuela Loi, la prima donna in servizio in una scorta e purtroppo anche la prima a perdere la vita. Commemorare Borsellino e Falcone non significa solo ricordare il loro sacrificio, ma anche gli strumenti innovativi che hanno messo in campo nella lotta alla criminalizzata organizzata: dall’intuizione di seguire i flussi di denaro della mafia fino alla costruzione della Direzione nazionale Antimafia. E significa anche impegnarsi ancora, ogni giorno, per dare risposte a Fiammetta Borsellino”. Lo dice il senatore Franco Mirabelli, vicepresidente del gruppo del Pd, che è intervenuto nell’Aula del Senato. “In queste settimane – ha proseguito Mirabelli – si è discusso molto della sentenza dell’ultimo processo sulla strage di Capaci, un processo che mette fine ad anni di inchieste, depistaggi verificati, false testimonianze, prove nascoste: oggi siamo ad una verità giudiziaria. Borsellino e Falcone sono stati servitori dello Stato come gli agenti delle loro scorte, vittime di una stagione stragista con cui la mafia ha reagito all’inattesa decapitazione di tutti i suoi vertici, con il maxi processo. Se quell’offensiva è stata possibile, se tanti colpi sono stati inferti alla criminalità organizzata, è grazie agli strumenti nuovi immaginati e realizzati da Falcone e Borsellino e al coraggio di un grande movimento civile che si è ribellato e si è stretto intorno alle istituzioni. Ricordare Borsellino e la sua scorta non può però significare solo provare cordoglio e riconoscenza, ma continuare a fare la nostra parte per sconfiggere le mafie, significa ragionare, riflettere, capire gli errori anche della politica e dare risposte a Fiammetta Borsellino”.
    Fonte: SenatoriPD | vai alla pagina
    Argomenti: legalità, mafia, borsellino, senato, Antimafia | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
      0   nessun voto | È rilevante questa dichiarazione? Votala! | Nessun commento | Commenta
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato