Ti trovi in Home  » Politici  » Franco MIRABELLI  » Le mafie si sconfiggono con la mobilitazione di cittadini e istituzioni

Chiudi blocco

Altre dichiarazioni nel periodo per gli stessi argomenti



Dichiarazione di Franco MIRABELLI

Alla data della dichiarazione: Senatore (Gruppo: PD) 


 

Le mafie si sconfiggono con la mobilitazione di cittadini e istituzioni

  • (30 settembre 2018) - fonte: AgenParl - inserita il 30 settembre 2018 da dianacomari
    «Alla Cooperativa del Popolo di Cisliano, nel milanese, abbiamo inaugurato una bella mostra dal titolo “Con volto di madre”, realizzata dai ragazzi del liceo Federici di Trescore Balneario che racconta le storie di donne che hanno combattuto le mafie: vittime di mafia, ragazze che si sono ribellate alle loro famiglie ‘ndranghetiste e madri di persone uccise dalle mafie che hanno dedicato il resto della propria vita a combatterle. Complimenti al prof. Gianmario Vitali e ai suoi ragazzi che ogni anno tengono vivi la memoria e l’impegno contro le mafie. E complimenti alla cooperativa che in un territorio ferito e in cui la ‘ndrangheta si è insediata tengono alta l’attenzione ricordando che le mafie si sconfiggono se c’è un impegno e una mobilitazione dei cittadini accanto alle istituzioni. In tempi in cui si fanno “decreti sicurezza” che spiegano che il nemico principale sono gli immigrati e non le mafie non è poco. Grazie!». È quanto afferma il senatore milanese Franco Mirabelli, Vicepresidente del Gruppo PD al Senato e nella scorsa legislatura membro della Commissione Parlamentare Antimafia, in visita a Cisliano per l’apertura della mostra, che resterà aperta in Via Rossini 1 a Cisliano, in particolare per le scuole.
    Fonte: AgenParl | vai alla pagina
    Argomenti: legalità, scuola, formazione, Antimafia, mafie, mostra, cisliano | aggiungi argomento | rimuovi argomento
    » Segnala errori / abusi
      0   nessun voto | È rilevante questa dichiarazione? Votala! | Nessun commento | Commenta
    Pubblica su: share on twitter

 
Esporta Esporta RSS Chiudi blocco

Commenti (0)


Per scrivere il tuo commento devi essere loggato